Italia ORDINA AL TELEFONO: 0173 550 550
Svinando logo
Accedi
REGISTRATI

Torte salate sfiziose: ricette e abbinamenti

Vini bianchi beverini per accompagnare rustici gustosi

Torte salate sfiziose: ricette e abbinamenti

Come può una preparazione semplice come una torta salata trasformare un pranzo primaverile o un picnic fuori porta in un’esperienza indimenticabile? Veloce da cucinare, pratico da mangiare ed estremamente versatile, questo rustico accoglie una gamma impressionante di varianti, riuscendo così a mettere d’accordo il palato di tutti. Ecco i vini da abbinare a 3 torte salate velocissime!

 

Chardonnay profumato per la torta salata zucchine, feta e menta

 

Non esiste esigenza o preferenza che queste pietanze non sappiano soddisfare, ma per ottenere la torta rustica perfetta c’è un criterio da rispettare: la stagionalità delle materie prime, che garantisce non solo la qualità e gustosità degli ingredienti utilizzati, ma anche una filiera più sostenibile. Ecco dunque che un’ottima proposta per celebrare l’arrivo primavera può essere una torta salata zucchine, feta e menta, facilissima da preparare in casa.

Il risultato è tanto semplice quanto sorprendente: la friabilità della sfoglia e la morbidezza della farcitura daranno vita a una texture che invita subito ad addentare la seconda fetta, mentre la delicatezza delle zucchine viene vivacizzata dalla sapidità della feta e dall’aromaticità della menta, in un connubio che può essere bilanciato con un calice di Chardonnay, fresco e beverino, capace di contrastare le componenti più untuose di questa ricetta. Nello specifico, si sposa alla perfezione a questa torta un calice di "Le Masche" Piemonte DOC Chardonnay 2022, vivace e profumato, adatto anche ai piatti di pesce. La sua ricchezza aromatica si esprime attraverso note floreali e sentori fruttati di pera, mela e banana, che - assieme alla punta di sapidità percepibile al palato - spinge il sapore degli ortaggi e bilancia quello più intenso del formaggio greco.

 

Vernaccia per la classica torta salata ricotta, spinaci e prosciutto

 

torta salata ricotta spinaci prosciutto

 

Che si tratti di cannelloni, ravioli, crepes o torte salate, l’accoppiata ricotta e spinaci è una delle più popolari di sempre. Non per questo però è passata di moda, anzi! Questo grande classico è tuttora uno dei più utilizzati sia per i pasti settimanali che durante le feste, da consumare da solo o con l’aggiunta di altri ingredienti più sapidi.

Chi ama la delicatezza di questa farcitura, ma desidera renderla più grintosa, può puntare su una torta salata ricotta, spinaci e prosciutto cotto. Ottima da servire durante un aperitivo con gli amici o come antipasto durante i primi pranzi all’aperto, questa torta merita di essere accompagnata da un vino fresco e vivace, che sappia esaltarne i sapori senza coprirli. Il candidato ideale è un calice di Vernaccia di San Gimignano DOCG 2022. Il suo colore giallo paglierino tenue non deve trarre in inganno: questo vino stupisce durante la degustazione con il suo bouquet aromatico ricco, nel quale spiccano i profumi di fiori d’acacia, mela e albicocca. Al palato risulta ancora più grintoso, grazie al retrogusto leggermente amarognolo, che però non ne pregiudica mai la gradevolezza. Menzione d’onore al perfetto equilibrio tra acidità e componente zuccherina.

 

Un Frascati Superiore per torta salata fave, pecorino e asparagi

 

torta salata asparagi

 

Su e giù lungo la Penisola, le tradizioni gastronomiche sono numerosissime e diverse tra loro. Quella romana prevede che in primavera si gusti un’accoppiata che - a chi non l’ha mai provata - potrebbe sembrare decisamente bizzarra: fave e pecorino.

Solo assaggiando questi ingredienti contadini è possibile però apprezzare il bilanciamento di sapori che essi creano. Da un lato c’è il gusto dolciastro e leggermente amarognolo delle fave, dall’altro l’intensa sapidità del pecorino, ancora più spiccata nelle versioni stagionate. Si tratta dunque di un gioco di contrasti che sorprende il palato e che può essere riproposto in tante versioni diverse, come per esempio in un rustico.

Fave e pecorino saranno gli ingredienti principali, arricchiti però da un altro ortaggio simbolo della primavera, gli asparagi, mentre l’uso della panna donerà corposità al piatto, facendolo assomigliare più a una quiche che a una torta salata vera e propria.

A una ricetta dall’anima così spiccatamente romana non si poteva non affiancare un vino rappresentativo dell'enologia laziale, come un "Racemo Bianco" Frascati Superiore DOCG. Compagno ideale dei saporiti primi della tradizione - tra tutti, la carbonara e la gricia - questo vino si sposa alla perfezione anche a ricette dall’animo più primaverile, come questo rustico di fave e pecorino, rappresentando così uno dei migliori vini per torte salate.

La capacità di affiancarsi alla ricetta è dovuta alla sua carica aromatica, conferita dalla particolare scelta delle uve: una buona parte di Malvasia del Lazio e Malvasia di Candia, con l’aggiunta di Bellone e Grechetto, che controbilanciano in acidità, freschezza e mineralità.

Strutturato, vivace ed equilibrato, il Frascati sfoggia nel calice un colore giallo paglierino e conquista l’olfatto con un aromi intensi e corposi di frutta. Al palato è minerale, rinfrescante ed equilibrato, perfetto per alleggerire il palato dalla deliziosa pesantezza del ripieno a base di panna!

 

Ora che conosci le ricette per le tue prossime torte salate, non ti resta che procurarti il vino giusto. Sceglilo sul vasto catalogo Svinando!

SPEDIZIONE RAPIDA
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Monitoraggio della spedizione
Assistenza Dedicata