Italia Ordini telefonici: 0173 550 550 (lun/ven 8-21 sab 8-18).
Svinando
| Registrati

Greco di Tufo DOCG: un antico vino campano

Alla scoperta delle caratteristiche e del terroir

Il Greco di Tufo ha origini antichissime ed è uno dei vini più importanti della Campania. Prodotto da uve a bacca bianca, si caratterizza per il bouquet profumato e le ottime capacità di invecchiamento.

 

Storia e origini del vino Greco di Tufo DOCG

Inizialmente presente in prevalenza alle pendici del Vesuvio, il Greco di Tufo si è esteso nel corso dei secoli nelle zone vitate della provincia di Avellino. Dopo avere ottenuto la denominazione di origine controllata nel 1970, la consacrazione definitiva è avvenuta nel luglio del 2003, quando viene elevato a Denominazione d’Origine Controllata e Garantita.

 

Le prime testimonianze scritte sul Greco di Tufo risalgono, tuttavia, al I secolo a.C., rendendolo uno dei più antichi vitigni e vini d’Italia. Ha riscosso grande successo durante l’Impero Romano, come testimoniato da vari scrittori tra cui Plinio il vecchio, Catone e Virgilio, ma si trovano riferimenti persino in un affresco a Pompei, come testimonia il seguente verso: “Sei veramente gelida, Bice, se ieri sera nemmeno il vino Greco è riuscito a scaldarti”.

 

Greco di Tufo: caratteristiche e tipologie

Le caratteristiche organolettiche che contraddistinguono questo vino sono il colore giallo paglierino intenso e la gradevole finezza al naso, che in bocca si conferma con un sapore asciutto e armonico. A rendere ancor più intrigante il Greco di Tufo, sono poi i suoi aromi fruttati, che ricordano la pesca e l’albicocca con note agrumate.

 

Il vino Greco di Tufo si può trovare in due tipologie:

  • Vino bianco secco, dal sapore intenso e armonioso;
  • Vino bianco spumante, prodotto attraverso la tecnica di rifermentazione in bottiglia.

 

La sua struttura importante permette a questo grande vino di essere uno dei pochi bianchi a poter invecchiare con successo. La maturazione può durare da uno a tre anni, a differenza di Nebbiolo e Sangiovese che possono richiedere decenni per l’invecchiamento e l’affinamento.

La tipologia più diffusa e apprezzata di Greco di Tufo è quella dell’eccezionale cantina di Feudi San Gregorio, come dimostra il suo “Cutizzi” Greco di Tufo DOCG 2020, che riesce a valorizzare al meglio l’inestimabile patrimonio di vitigni autoctoni della tradizione campana. Nella nostra selezione di vini è presente anche il Greco di Tufo DOCG Vico Storto della cantina Nativ, dal gusto morbido e persistente.

 

Zone di produzione del vino Greco di Tufo DOCG

 

Il Greco di Tufo viene prodotto nel territorio tra Avellino e Benevento, in particolare nei comuni di Altavilla Irpina, Chianche, Montefusco, Petruro Irpino, Prata di Principato Ultra, Santa Paolina, Torrioni e Tufo.

In questo terreno, le viti trovano le sostanze minerali di cui necessitano e godono della giusta esposizione al sole donata dal clima campano.

 

I vitigni consentiti dalla denominazione Greco di Tufo DOCG

Secondo il Disciplinare della Denominazione di Origine Controllata e Garantita, i vitigni a bacca bianca consentiti che danno vita al vino Greco di Tufo sono:

  • 85% (almeno) di vitigno Greco, anche se spesso viene utilizzato in purezza;
  • 15% di Coda di Volpe.

 

Quando degustare il vino Greco di Tufo?

Prima di gustare un vino bianco Greco di Tufo, è consigliato stappare la bottiglia almeno 5 minuti prima, per permettergli di aprirsi e rivelare i suoi aromi e poterlo assaporare nelle sue condizioni ottimali.

Oltre a garantire la giusta ossigenazione al vino, bisogna servirlo alla temperatura di 10-12°C, nel caso del vino fermo oppure di 6ºC per lo spumante.

 

Come abbinare il vino Greco di Tufo DOCG al cibo?

 

L’abbinamento del Greco di Tufo con piatti di pesce, frutti di mare e crostacei risulta facile e riuscito, ma va assaporato con la tipica mozzarella di bufala di origine campana per sorprendere il palato. Questo freschissimo vino trova il suo perfetto abbinamento gastronomico anche con risotti, grigliate di carni bianche, formaggi e persino con alcuni dessert, come la torta di noci o la crostata di fichi.

Se invece vuoi abbinare il Greco di Tufo nella sua versione spumante, il suo accostamento ideale è ad aperitivi e antipasti freddi.

 

Ora che conosci tutte le caratteristiche di questo vino, non ti resta che assaggiarlo, scegliendo tra i vini bianchi tutte le bottiglie di Greco di Tufo DOCG che i nostri esperti di Svinando hanno selezionato per te! 

SPEDIZIONE RAPIDA
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Monitoraggio della spedizione
Assistenza Gratuita