Italia ORDINA AL TELEFONO: 0173 550 550
Svinando logo
LOGIN
REGISTRAZIONE

A ogni risotto il suo vino: quali sono gli abbinamenti perfetti

Dal risotto alla milanese al risotto con alla zucca, scegli il calice giusto

A ogni risotto il suo vino: quali sono gli abbinamenti perfetti

Subito dopo la pasta, il risotto è uno dei primi piatti tipici della cucina italianaAlla milanese, con la zucca, accompagnato dai funghi porcini o dai frutti di mare: le combinazioni sono davvero tante! Naturalmente ogni ricetta sprigiona sapori e profumi unici, che possono essere esaltati dal giusto vino da abbinare al risotto. Dai vini rossi ai vini bianchi, passando per le bollicine, la scelta è ampia: l’importante è assecondare sempre i propri gusti.

 

Risotto alla zucca, perfetto con le bollicine

 

Il risotto alla zucca è un piatto apprezzato da tutti in tutte le sue varianti e ognuna di loro ha il suo fedele compagno riposto in enoteca. Un consiglio generale da tenere a mente è che per il corretto abbinamento vino-zucca è necessario scegliere un vino acido e sapido, in grado di tener testa ai sapori principali del piatto senza sovrastare il gusto delicato di questo ortaggio. Un buon modo di scegliere è quello di affidarsi all’abbinamento per contrasto con uno Spumante Brut oppure un Pas Dosè, che andranno a bilanciare in maniera eccellente il gusto dolciastro del risotto alla zucca.

Nel dettaglio, il vino migliore per accompagnare le varianti saporite di risotto alla zucca con salsiccia, speck o pancetta, si può pensare a un Trento DOC , un Franciacorta Satén o un Brut Rosé che con la loro acidità sono in grado di bilanciare i sapori grassi e sapidi della carne.

Per le versioni più cremose, come per esempio il risotto alla zucca e gorgonzola o taleggio si può optare per un Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Extra Dry oppure per dei vini bianchi come il Gewürztraminer, il Riesling o il Friulano del Collio che, oltre al bilanciare bene il sapore deciso del formaggio blu e dello stracchino, accompagnano egregiamente anche la variante del risotto con zucca e gamberetti. 

 

Che vino abbinare al risotto agli asparagi?

 

Abbinare il vino agli asparagi può essere un'esperienza molto piacevole se si tiene conto di alcuni fattori come il sapore caratteristico di questo ortaggio dalla tendenza dolce con retrogusto amaro e dagli aromi erbacei, oltre che dei condimenti utilizzati come burro o formaggi per realizzare il risotto.

Mentre è bene evitare vini troppo robusti o tannici che potrebbero sopraffare il sapore delicato di questo piatto, i vini bianchi consigliati da abbinare al risotto agli asparagi sono per esempio l’inconfondibile Moscato Giallo Secco Alto Adige DOC 2022, un Sauvignon Collio DOC, un burroso Chardonnay o un Riesling. Anche le bollicine come il Prosecco e il Franciacorta sanno tener testa a questo abbinamento apparentemente “ostico”. Per gli amanti dei rossi, è possibile abbinare al risotto agli asparagi un Chianti, un Pinot Nero, un Sangiovese oppure un Montepulciano d’Abruzzo, nonostante il rosso non sia la prima scelta per accompagnare gli asparagi.

 

I vini giusti per accompagnare i sapori speziati: il risotto allo zafferano o al curry

 

vini da abbinare al risotto allo zafferano

 

Per accompagnare i risotti speziati, come quelli allo zafferano o al curry, è importante scegliere dei vini che abbiano la giusta complessità e caratteristiche per complementare i sapori intensi ed aromatici di questi piatti. Con il risotto allo zafferano o al curry gli abbinamenti migliori sono il Riesling, il Gewürztraminer, il Viognier, il Sauvignon Blanc oppure il Pinot Grigio. Tra i vini rossi che ben si accompagnano ai risotti speziati, invece, troviamo il Pinot Nero e il Bardolino, mentre tra le bollicine il Prosecco e il Franciacorta sono le opzioni vincenti.

E per il re indiscusso della cucina milanese, il risotto con lo zafferano accompagnato dall’ossobuco? Questo piatto è caratterizzato dai sapori forti e intensi che deve il suo successo allo chef Gualtiero Marchesi, che negli anni Ottanta diede un’interpretazione moderna della ricetta. Si tratta sicuramente di un piatto non facile da abbinare, in quanto la forte struttura dell’ossobuco contrasta con la delicatezza dello zafferano. Per questo motivo, optare per una bollicina come "Altinum" TrentoDoc Riserva 2014 potrebbe essere la scelta vincente. Oltre 6 anni di affinamento per questo blend di Chardonnay e Pinot Nero dal colore giallo tendente al dorato vivo. Si tratta di uno un elegante spumante Metodo Classico che nasce da una lavorazione particolarmente accurata di uve provenienti dai vigneti collinari situati in provincia di Trento. Per chi invece preferisce puntare sui bianchi o sui rossi, il risotto alla milanese ben si sposa rispettivamente con il Riesling e con la Barbera, capaci entrambi di esaltare le note aromatiche del piatto.

 

Risotto ai funghi, incredibile con un rosso giovane

 

Il risotto ai funghi è molto amato nel Bel Paese, un piatto autunnale facile da preparare ma dall’indiscutibile bontà. La ricetta più comune prevede l’utilizzo dei funghi porcini, ma si possono utilizzare anche funghi champignon o chiodini. Inoltre, a seconda che siano freschi o secchi, il piatto sarà più o meno delicato.

Il vino da abbinare al risotto ai funghi deve essere un rosso non troppo corposo, come un Sangiovese, un Lagrein o un Dolcetto d’Alba. Tra i bianchi, le note tipiche del Sauvignon sono sempre una valida opzione.

 

Risotto alla pescatora e riso patate e cozze: il segreto per abbinare i vini giusti

 

Per un piatto che sa tutto di mare come il risotto alla pescatora, il segreto per scegliere il giusto vino è quello di puntare su intensi profumi minerali, come il "Funtanalìras" Vermentino di Gallura DOCG, uno dei migliori vini bianchi sardi. Ricco e bilanciato, si tratta di un vino estremamente versatile che presenta un bouquet elegante, il tutto sotto uno sfondo minerale di pietra focaia. In alternativa, anche un buon Sauvignon Blanc e uno Chardonnay sono delle ottime opzioni per i risotti con frutti di mare.

Dopo aver menzionato il risotto alla milanese, in questa rassegna di vini da abbinare ai risotti non può mancare la tiella barese riso patate e cozze, simbolo indiscusso di Bari e del Sud Italia. In questo caso è bene optare per dei vini locali che andranno a completare questa esperienza enogastronomica come, per esempio, il “Marese” Bombino Bianco DOC 2022 oppure il Gelso Bianco Fiano Minutolo Puglia IGT, da vitigni autoctoni che esprimono il territorio pugliese.

 

Che vini abbinare ai risotti dai profumi agrumati o fruttati?

 

Infine, per chi ama sperimentare in cucina, i risotti agli agrumi o a base di frutta possono essere deliziosi e offrire delle alternative per variare la propria dieta e stupire i commensali! Con il risotto al limone, per esempio, un vino bianco e acidulo come il Sauvignon Blanc o il Vermentino sono le etichette giuste per completare bene i sapori del risotto. Con il risotto all’arancia, invece, meglio optare per il Gewürztraminer, dai profumi di frutta esotica o con un Chenin Blanc, dall’acidità bilanciata e dal profilo interessante.

Per accompagnare i risotti fruttati, come per esempio il raffinato risotto alla melagrana, si può optare per un vino rosato secco come il Pinot Noir Rosé, oppure per un rosato francese o salentino per degli accostamenti interessanti che riservano sorprese. Con il risotto alle fragole e Prosecco e per il risotto alle mele verdi, scegliete il Prosecco DOC: sbagliare abbinamento è impossibile. Per chi ama i risotti fruttati, il risotto ai fichi è da non perdere, specie se abbinato a un vino dolce come il Vin Santo o il Porto!

 

 

Lasciati affascinare dai vini selezionati per te da Svinando e scegli il giusto vino da abbinare al tuo risotto preferito senza paura di sperimentare in cucina!

SPEDIZIONE RAPIDA
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Monitoraggio della spedizione
Assistenza Dedicata