Ordini telefonici 0173 55 05 50 - Lunedì - Venerdì 9:30 - 18:30
Svinando

Vino Arneis Roero DOCG

È ancora viva la disputa per stabilire le origini del nome: di chiara etimologia piemontese, chi sostiene che derivi direttamente dal nome del monte Renesio (Renexij) posto a guardia dei vitigni della zona di Canale d’Alba, e chi riconosce nel carattere burbero di questo grande piemontese l’espressione dialettale arnais/arneis che significa appunto scontroso, irascibile.

Ultimo nato, in ordine di tempo, tra i vini bianchi del Piemonte, per meglio contrastare e contenere i grandi successi dei bianchi veneti, guadagna tardivamente la denominazione d’origine controllata solamente nel 1985, per poi consacrarsi nel 2004 con la denominazione d’origine controllata e garantita, di pari passo con il cugino Roero Rosso a base nebbiolo.

Caratteristiche organolettiche del vino Arneis Roero DOCG

Di colore giallo paglierino, al naso si percepisce la delicatezza e la freschezza delle note elegantemente fruttate, di fiori bianchi ed erbacee. In bocca fresco e asciutto, con il tipico finale amarognolo che lo rende inconfondibile. Bianco ideale a tutto pasto, riserva sorprese in abbinamento con i dolci a base di panna montata, specie se abbinati a confetture dalla buona acidità.

Zone di produzione del vino Arneis Roero DOCG

Prodotto nella zona che si affaccia al fiume Tanaro e che comprende i comuni di Canale, Corneliano d'Alba, Piobesi d'Alba, Vezza d'Alba ed in parte quello dei comuni di Baldissero d'Alba, Castagnito, Castellinaldo, Govone, Guarene, Magliano Alfieri, Montà, Montaldo Roero, Monteu Roero, Monticello d'Alba, Pocapaglia, Priocca, S. Vittoria d'Alba, S. Stefano Roero e Sommariva Perno.

Vitigni consentiti

Arneis omonimo in purezza al 100%, anche se ammesso su delega speciale un massimo di 5% l’uso di uve a bacca bianca autorizzate e non aromatiche piemontesi.

Norme di produzione

- Terreni: collinari di buona esposizione, argillosi, calcarei, sabbiosi o una combinazione fra essi, dislocati ad un altitudine non superiore ai 400 m s.l.m.
- La produzione massima di uva deve essere di 6,3 t / ha
- Per i nuovi impianti e i reimpianti la densità non può essere inferiore a 3.500 ceppi / ha
- Il titolo alcolometrico volumico naturale minimo deve essere di 10,5% vol.
- È consentita a scopo migliorativo l'aggiunta massima del 15% di vino bianco Roero Arneis più giovane a vino bianco Roero Arneis più vecchio o viceversa.
- Tutte le operazioni di vinificazione, invecchiamento e imbottigliamento, debbono essere effettuate nella zona DOCG, con autorizzazione ad estenderla nei comuni di Alba, Bra, Barbaresco, Barolo, Castiglione Falletto, Cherasco, Diano d'Alba, Grinzane Cavour, La Morra, Monchiero, Monforte d'Alba, Montelupo Albese, Neive, Novello, Roddi, Roddino, Serralunga d'Alba, Sinio, Treiso e Verduno.

 

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

SPEDIZIONE IN 48H
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Tracking Online
Assistenza Gratuita