Ordini telefonici 0173 55 05 50 - Lunedì - Venerdì 9:30 - 18:30
Svinando

Una continuità tra diverse famiglie: #Intervistando Maria Piera Zola, Antica Casa Vinicola Scarpa

Casa Scarpa raccoglie oggi l’importante eredità lasciata da Mario Pesce. Cosa è cambiato, e cosa invece è rimasto intatto?

La gamma delle etichette storiche non è stata toccata. Al fine di rendere la produzione un po’ più al passo con il mondo contemporaneo in cui il vino viene servito al bicchiere in molti locali e in cui alcune tipologie di vini sono divenute di nuovo di moda (tipo il Vermouth) si è pensato di intervenire aggiungendo alcune nuove etichette per evitare di modificare appunto quelle storiche che devono rimanere immutabili e immutate. La tradizione vecchio stile della casa è stata preservata grazie alla presenza ancora oggi in cantina dell’enologo storico (Carlo Castino) che ha fatto con la Cantina ben 47 vendemmie. A testimonianza di questa nostra unicità c’è il fatto che i nostri vini, da quelli più quotidiani a quelli più importanti, mantengono freschezza e carattere per molti anni dopo l’imbottigliamento.

Che varietà coltiva e che denominazioni la rappresentano.

Coltiviamo solo varietà autoctone (come il dolcetto), nessuna varietà internazionale. Il 90% delle nostre etichette sono vinificate in purezza per esaltare al meglio ciascuna varietà e consentire ai consumatori di comprendere a pieno il “vero gusto” di ciascun vitigno piemontese.

Qual è la “filosofia Scarpa”?

Tradizione ma con una propria forte identità. Ad esempio utilizziamo solo botti grandi (45/60 hl) ma a differenza degli altri “tradizionalisti piemontesi” utilizziamo solo botti in rovere francese e non di Slavonia.

Cosa la lega di più al suo territorio, e cosa ritrova di questo nel vino che produce?

La mia famiglia è tra le più vecchie della zona di Acqui Terme, compare fin dal 500 negli annali del piccolo paese da cui provengo Bistagno. Ed è simbolico il fatto che la Scarpa, a cui sono ormai a legata da più di tredici anni, nonostante sia una delle più storiche cantine con sede a Nizza Monferrato sia molto legata anche al Monferrato alessandrino da dove provengo. I vigneti infatti della tenuta Poderi Bricchi sorgono a confine tra Castel Rocchero (astigiano) e Acqui Terme (alessandrino).

Un suo bel ricordo enologico.

Questa cantina ha avuto diversi proprietari nel corso dei suoi 150 anni di vita e ciascuna nuova generazione ha avuto l’accortezza di preservare alcuni ricordi e racconti dei precedenti proprietari. Quindi pur essendo mancata una continuità famigliare alla guida della cantina si può dire ci sia stata una continuità tra diverse famiglie. Quindi oggi il mio ricordo enologico più importante è fatto di tutti i ricordi che mi sono stati passati circa la storia di questa cantina fondata nel 1854.

Un sogno, un rimpianto e un progetto.

Poco tempo fa avrei detto: rifare i Vermouth Scarpa. Ma il sogno si è realizzato. Abbiamo attraverso una vera e propria “indagine” recuperato due delle ricette storiche e oggi abbiamo di nuovo in produzione due “storicissime” etichette di Vermouth Bianco e Vermouth di Torino Rosso Scarpa.

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

 

SPEDIZIONE IN 48H
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Tracking Online
Assistenza Gratuita