Ordini telefonici 0173 55 05 50 - Lunedì - Venerdì 9:30 - 18:30
Svinando

Acquisto vino online – 5 miti da sfatare

L’acquisto di vino online ha come tutte le cose terrene i suoi pro e i suoi contro.

A remare contro il popolo dei commercianti virtuali (che in realtà sono persone reali, in carne ed ossa come me e voi) tante paure, per lo più irrazionali e, se dio vuole, in buona parte superate, che da sempre albergano nella mente dei consumatori quando si tratta di e-commerce.

1) Mi ruberanno l’anima! O quantomeno l’identità o il numero di carta di credito

Non comprare su internet per questo motivo sarebbe come smettere di far la spesa e barricarsi in casa per la paura di venire continuamente rapinati da non ben identificati ladri, alieni, o cattivoni di altra specie. Qualcuno forse lo fa, ma non mi sembra un comportamento più di tanto assennato. Oltretutto diverse ricerche dimostrano come in realtà le clonazioni di carte di credito, i furti e le truffe in generale avvengano in misura nettamente superiore nel mondo reale rispetto a quello virtuale.

2) E se non mi arriva?

Perché mai un oggetto comprato su internet non dovrebbe arrivare? Il mondo è pieno di gente poco seria, ma dopotutto chi vende su internet lo fa di lavoro, magari da anni e con successo. “Sì, ma i pacchi vengono persi di continuo, o si rompono, o…” Mah, spedisco lettere e pacchi da quando ho imparato a scrivere, acquisto regolarmente online da anni: non ho mai avuto un’esperienza di questo tipo. Voi conoscete qualcuno? Quanti? Sono più o meno di quelli che sono rimasti delusi dal servizio di un negozio fisico? “Eh, comunque può sempre succedere.” Sì: potreste anche venire investiti da un meteorite, o mangiati da uno squalo. O anche vincere al Superenalotto! Scomettiamo?

3) Comprare su internet è difficile

Difficile? Dire “vuoi quei kiwi” a voce alta è difficile. Respirare con il naso tenendo la bocca aperta è difficile. La teoria delle stringhe è difficile (ora però chiudete la bocca…). Ma dico io: avete mai provato a fare la spesa all’Ikea di sabato pomeriggio? A scegliere le piastrelle per il bagno da Leroy Merlin? A trovare la corsia giusta al supermercato? A dribblare i commessi di Footlocker: ciaaaaaaao bomber! Il 39 non ce l’ho, però ho il 48, tanto calzano stretto! Le solette le vuoi?… Difficile?!

Però stiamo parlando in generale: e gli aspetti specifici legati al vino?

4) Non è possibile testare il prodotto

Quante sono le enoteche che vi fanno provare il vino prima di vendervelo? Nei rari casi in cui questo accade, scelgono loro il vino, spesso e volentieri facendolo pagare. E in una simile evenienza, state pur certi che hanno già calcolato lo slancio di generosità nello stabilire i loro (grossi) ricarichi.

5) E’ difficile riprodurre l’esperienza della cantina o dell’enoteca su internet

Ecco il più diffuso copia-incolla da quando, negli ultimi mesi, si è cominciato a parlare un po’ di più di vendita di vino online. Come se il vino fosse il primo prodotto ad alto contenuto emozionale venduto su internet. E i dischi di musica? I libri? E’ difficile riprodurre l’esperienza della libreria online? Mmmh l’odore della carta… Andatelo a dire ad Amazon. E l’enorme risparmio di tempo, benzina, e soldi per il parcheggio? (Ikea di sabato pomeriggio… ok, lì il parcheggio è gratis: ma la vostra sanità mentale vale i 3/4€ risparmiati?)

Comprare online significa innanzitutto sapere, prima dell’acquisto, tutto e anche di più su ciò che intendete comprare. E dopodiché, eventualmente, averlo: senza muovervi dalla poltrona, in un click a casa vostra. In genere risparmiando (spese di spedizione incluse) non poco sui prezzi medi praticati: hai detto niente.

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

SPEDIZIONE IN 48H
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Tracking Online
Assistenza Gratuita