Ordini telefonici 0173 55 05 50 - Lunedì - Venerdì 9:30 - 18:30
Svinando

Vino Ramandolo DOCG

Il Ramandolo viene prodotto in quella parte di Friuli dove la cultura latina incontra quella slava. Prende il nome dall’omonima frazione del comune di Nimis (UD), e deriva probabilmente da “romandus”, ovvero romanzo (latino). È un vino le cui origini si perdono nella notte dei tempi, come dimostrano le testimonianze di numerosi scrittori e poeti dell’antichità. Il primo documento che fa riferimento al Ramandolo come lo conosciamo oggi risale al 1893, anno in cui venne premiato alla II Fiera-Concorso dei vini friulani. Approvata sottozona della DOC Colli Orientali del Friuli, è DOCG dal 2001.

Caratteristiche organolettiche del vino Ramandolo DOCG

Il vino Ramandolo DOCG si presenta di colore giallo dorato; al naso sprigiona intensi profumi di albicocca passita e miele; in bocca è dolce, vellutato, con un retrogusto leggermente aromatico, più o meno corposo; ottimo in abbinamento alla pasticceria secca, ma anche con salumi, formaggi stagionati e foie gras.

Zone di produzione del vino Ramandolo DOCG

È possibile produrre il vino Ramandolo DOCG nell’intero territorio del comune di Nimis e parte del territorio del comune di Tarcento, in provincia di Udine.

Vitigni consentiti

È consentito l’uso del solo vitigno verduzzo friulano.

Norme di produzione

- La produzione massima di uva deve essere di 8 t / ha
- Per i nuovi impianti e i reimpianti la densità non può essere inferiore 3.000 a ceppi per ettaro
- Il titolo alcolometrico volumico naturale minimo deve essere di 11% vol.
- Tutte le operazioni di vinificazione devono essere effettuate nella zona DOCG

 

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

SPEDIZIONE IN 48H
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Tracking Online
Assistenza Gratuita