Ordini telefonici 0173 55 05 50 - Lunedì - Venerdì 9:30 - 18:30
Svinando

Gli strumenti del sommelier: il cavatappi

Come ogni altro professionista, il sommelier ha la sua cassetta degli attrezzi, piena dei ferri del mestiere necessari per il corretto svolgimento del suo lavoro. Uno dei più importanti fra questi è sicuramente il cavatappi.

Secondo la definizione del dizionario Treccani online, il cavatappi è uno “strumento metallico (detto anche cavaturaccioli) di varie forme, ma costituito essenzialmente da una spirale a vite, con il quale si cavano da bottiglie o fiaschi i tappi di sughero”.

Il più semplice è il classico tirabusciòn (italianizzazione del termine francese tire bouchon) formato da una vite autofilettante con un manico perpendicolare, generalmente in legno. Quello a cui tutti siamo abituati è il cavatappi casalingo, con le tipiche braccia e l’anello apribottiglie sulla parte superiore.

Ne esistono da muro, a pinza, a cremagliera, a pantografo… ce n’è veramente per tutti i gusti. Ma quello che a noi interessa è il cavatappi da sommelier. Si tratta di un cavatappi sobrio, tascabile, completamente in metallo o con il manico in altri materiali (legno o plastica). Il cavatappi del sommelier è composto da parti ben precise:

Lama

Nascosta nel corpo del cavatappi, da cui si può estrarre grazie a un meccanismo a scomparsa, serve a tagliare la capsula della bottiglia di vino, che secondo le regole della buona sommellerie va tagliata sotto il cercine (o anello: la parte più larga in cima al collo della bottiglia), per poi metterla da parte in un piattino.

Vite autofilettante (o verme)

È la parte da inserire all’interno del tappo per poterlo poi estrarre: tenendo la bottiglia con la mano sinistra, posizionare il verme al centro del tappo ,e con un movimento circolare e una leggera pressione della mano destra avvitarlo nel sughero, avendo cura di non bucare il tappo nella sua parte inferiore.

Leva

La leva è la parte del cavatappi che serve ad estrarre il tappo dal collo della bottiglia. Per farlo, bisogna appoggiare l’apposita scanalatura (dente d’appoggio) sul collo della bottiglia, quindi sfruttare la leva e con un delicato ma deciso movimento traente estrarre completamente il tappo. I modelli con leva a due scatti rendono l’apertura della bottiglia più pratica e funzionale.

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

SPEDIZIONE IN 48H
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Tracking Online
Assistenza Gratuita