chiama-lo-01119467821-per-ordini-telefonici
Su Svinando puoi pagare anche in contrassegno e bonifico. Senza costi aggiuntivi.

spedizione-gratuita-con-6-bottiglie

Abbiamo rilevato che stai navigando con una versione obsoleta di Internet Explorer. Potresti avere dei problemi nell'uso del nostro sito. Usa Google Chrome

Per ordini telefonici e info ›› 011 19467821

Spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Siamo chiusi per ferie dal 10 al 27 Agosto » Gli ordini effettuati in questo periodo verranno spediti entro mercoledì 30 Agosto p.v.

 Sei già registrato? Accedi qui Con Svinando bevi solo vini di qualità e hai spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Entra anche tu nel Wine Club. Accedi alle offerte riservate!

Offerte esclusive con sconti fino al 50% e ogni giorno un nuovo vino

  • f   | Connect
 

Accedi al tuo account

 

Le bollicine della Lombardia

Signore e signori, ecco a voi la Regina delle bollicine. Con due Docg – Franciacorta e Oltrepò Pavese – che rappresentano i vertici in termini di qualità e quantità (insieme al Trento doc) della nostra produzione spumantistica, e un altro paio di Doc – Lugana e Garda – a completare il quadro, la Lombardia è la Regione più “spumeggiante” d’Italia.

La denominazione più conosciuta è senza dubbio il Franciacorta, un vero fenomeno enologico se si considera che in poco più di cinquant’anni questa zona a sud del Lago d’Iseo è arrivata a produrre oltre 10 milioni di bottiglie di metodo classico attraverso un centinaio di cantine.

Merito innanzitutto dell’alto livello qualitativo del prodotto, ma anche di un ottimo lavoro di immagine, al punto che il presidente del Consorzio Maurizio Zanella ha di recente diffidato esperti e appassionati dall’utilizzare i termini “spumante” e “bollicine” per definire questo vino: si deve chiamare Franciacorta e stop. Inevitabile che il pensiero corra allo Champagne, altro caso in cui il nome del prodotto coincide con quello del terroir. Chardonnay, pinot nero e pinot bianco i vitigni utilizzati; pas dosè, brut, Saten (un blanc de blancs dal perlage più fine) e rosé le tipologie.

In Oltrepò c’è più storia – prime bollicine elaborate nel 1870 – e un po’ meno marketing, ma soprattutto una bandiera che non ha mai smesso di sventolare, il pinot nero. Anche qui con due caratteristiche imprescindibili. Qualità: un paio d’anni fa la rivista Gambero Rosso mise in copertina un confronto fra i blanc de noirs pavesi e quelli della Champagne e nessuno si scandalizzò.

Orgoglio: i rosè sono “duri e puri”, tanto che il Consorzio ha coniato nel 2010 la parola Cruasé (mix di cru e rosé) per sottolineare che qui questa tipologia è rigorosamente monovitigno. Come detto le Doc Lugana e Garda completano il quadro, con una produzione ridotta ma qualitativamente interessante. C’è da scommettere che la Regina non ha nessuna intenzione di abdicare.

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

 

Immagine offerta bottiglia di Franciacorta brut millesimato Cuvette Az. Agr. Villa Franciacorta - Svinando
Bottone Scopri

Franciacorta brut millesimato Cuvette
2006, Az. Agr. Villa Franciacorta, Lombardia

Otto anni sulle spalle e non sentirli: preparatevi a un Franciacorta che lascia il segno. Profumi suadenti e profondi, assaggio folgorante, stile da vendere. Una bollicina fine ed emozionante che vi conquisterà fin dal primo sorso.
Continua a leggere

Immagine offerta bottiglia di Franciacorta Brut Satèn  Az. Agr. Lantieri de Paratico - Svinando
Bottone Scopri

Franciacorta Brut Satèn
Az. Agr. Lantieri de Paratico, Lombardia

Da un produttore storico ecco il più setoso dei Franciacorta, il Satèn. Le note più fresche di frutta matura si fondono con delicati profumi di brioche appena sfornata. Cremoso, morbido, suadente… uno strepitoso metodo classico che abbiamo promosso con il massimo dei voti.
Continua a leggere