chiama-lo-01119467821-per-ordini-telefonici
Su Svinando puoi pagare anche in contrassegno e bonifico. Senza costi aggiuntivi.

spedizione-gratuita-con-6-bottiglie

Abbiamo rilevato che stai navigando con una versione obsoleta di Internet Explorer. Potresti avere dei problemi nell'uso del nostro sito. Usa Google Chrome

Per ordini telefonici e info ›› 011 19467821

Spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Incredibile bouquet aromatico premiato ai Decanter World Wine Awards 2017 » Scopri il Perricone di Tenute Orestiadi (-30%)

 Sei già registrato? Accedi qui Con Svinando bevi solo vini di qualità e hai spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Entra anche tu nel Wine Club. Accedi alle offerte riservate!

Offerte esclusive con sconti fino al 50% e ogni giorno un nuovo vino

  • f   | Connect
 

Accedi al tuo account

 

10 cose da sapere sul vitigno sangiovese

 

Cerchi Sangiovese in offerta?

 » Scopri le nostre proposte 

Il sangiovese è un vitigno molto eclettico, che regala ottimi vini se utilizzato in purezza, ma che anche nei blend sa dare grandi emozioni. Scopri di più insieme a noi:

1) Il sangiovese è uno tra i più importanti e diffusi vitigni a bacca rossa in Italia, in particolare in Italia Centrale: è presente in quasi tutti i rossi di Toscana, Marche e Umbria.

2) È un vitigno caratterizzato da una maturazione tendenzialmente tardiva.

3) Negli Anni 90, con circa 100.000 ettari, copriva il 10% della superficie vitata italiana.

4) Produce vini di buon livello tannico e acido, di qualità molto variabile.

5) Ha origini molto antiche: alcuni studiosi ritengono che fosse noto già ai tempi degli Etruschi, anche se le prime testimonianze scritte risalgono al XVI secolo, quando l’agronomo Giovan Vettorio Soderini lo ha citato nella sua opera “La coltivazione delle viti”, seppur chiamandolo “sangiocheto o sangioveto”. L’origine del nome rimane comunque incerta.

6) È un vitigno probabilmente autoctono della Toscana, anche se è diffuso su tutto il territorio italiano.

7) Il sangiovese, similmente al pinot nero, tende a mutare, e se ne conoscono moltissimi cloni e varietà. Tra le più diffuse e note sono da citare il sangiovese grosso, coltivato in Toscana, che comprende tra gli altri i biotipi brunello e prugnolo gentile, e il sangiovese piccolo, tipico prevalentemente di Emilia-Romagna e Toscana, dove è famoso nel biotipo morellino, nella zona di Scansano. Fuori dall’Italia viene coltivato soprattutto in California e Argentina.

8) È il vitigno a bacca scura alla base delle più importanti denominazioni della Toscana, tra cui Brunello di Montalcino, Rosso di Montalcino, Morellino di Scansano, Chianti e Vino Nobile di Montepulciano.

9) Il vitigno sangiovese ha le seguenti caratteristiche varietali: foglia media, trilobata o pentalobata, di colore verde chiaro; grappolo medio, compatto, cilindrico-piramidale, alato; acino medio-grande, ovoidale di forma regolare; buccia di colore nero-violaceo e ricca di pruina, non molto spessa.

10) Dà i risultati migliori su terreni argilloso-calcarei poco fertili e ricchi di scheletro.

E ora che conosci tutte queste cose sul Sangiovese, non resta che assaggiare i vini prodotti con le sue fantastiche uve! Scopri la nostra selezione cliccando qui!