Italia ORDINA AL TELEFONO: 0173 550 550
Svinando logo
LOGIN
REGISTRAZIONE

"Il Bianco di Ludovico" Sicilia DOC Riserva 2018

"Il Bianco di Ludovico" Sicilia DOC Riserva 2018
Tenute Orestiadi
Annata: 2018
Provenienza: Sicilia, Valle del Belìce
Disponibili: 6
6
€ 18,90 € 14,90 -21%
Formato 0.75 l. (€ 19,87/lt.)
cod. S4843
Tra il Mediterraneo e il mondo

Cosa: Da Catarratto e Chardonnay
Perché: Per il suo gusto rotondo e complesso
Perfetto con: Cous cous di pesce

Commercializzato da: Svinando Wine Club via G. Cane 47bis-50 12055 Diano d'Alba (CN) - Italia
"Il Bianco di Ludovico" Sicilia DOC Riserva 2018
Tenute Orestiadi
Annata: 2018
Provenienza: Sicilia, Valle del Belìce
Disponibili: 6
€ 18,90 € 14,90 -21%
Formato 0.75 l. (€ 19,87/lt.)
cod. S4843
Tra il Mediterraneo e il mondo

Cosa: Da Catarratto e Chardonnay
Perché: Per il suo gusto rotondo e complesso
Perfetto con: Cous cous di pesce

Commercializzato da: Svinando Wine Club via G. Cane 47bis-50 12055 Diano d'Alba (CN) - Italia
"Il Bianco di Ludovico" Sicilia DOC Riserva 2018 - Tenute Orestiadi

Un vino che celebra l'incontro tra il Mediterraneo e il mondo, raccontando il sogno di Ludovico, Presidente della Fondazione Orestiadi. Lo fa grazie all'unione tra il Catarratto, emblema dei bianchi siciliani, e lo Chardonnay, tra i varietali più conosciuti e coltivati in tutte le aree vinicole del pianeta. Bianco, come il cappello che Ludovico era solito indossare. Un vino da scoprire che nasce da vigneti che affondano le proprie radici in una particolare Terra Nera, tipica dell'entroterra trapanese, ricca di sostanze limo-argillose, compatta e resistente alla siccità. Grazie a queste caratteristiche, la Terra nera è ideale per la coltivazione di numerose varietà di vite. Dopo una iniziale fase di criomacerazione, si procede con la pressatura soffice a cui segue una fermentazione da lieviti spontanei. Solo a questo punto Cataratto e Chardonnay si incontrano, nel blend finale. Seguono circa 6 mesi di affinamento sui lieviti e 6 mesi in cui la metà del prodotto affina in tonneaux di rovere francese. Riunite le due parti, il vino trascorre altri 6 mesi in acciaio sur lies e almeno 4 mesi in bottiglia. Un lungo percorso necessario per raggiungere la giusta maturità. Si scopre così un vino caratterizzato da un bel colore giallo lucente, con riflessi verdognoli. Al naso, frutta a polpa bianca come susina, mela e ananas, oltre ad accenni di pietra focaia. In bocca, invece, è piacevolmente rotondo e complesso. Finemente minerale e gradevolmente fresco. Per gli amanti degli abbinamenti del territorio, questo bianco è semplicemente perfetto con il più mediterraneo dei piatti, il cous cous di pesce.

Una storia di forza, di orgoglio propositivo e di passione. Da qui parte il racconto delle Tenute Orestiadi, nate nel 2008 nel cuore della Valle del Belìce. Siamo a Gibellina, nella parte occidentale della Sicilia, nel cuore del triangolo d'oro composto da Trapani, Marsala e Agrigento. Qui profumi e colori mediterranei si intrecciano col mito e con l’arte. Tenute Orestiadi rappresentano un viaggio attraverso terroir completamente differenti, con caratteristiche ricche e varie. Con un solo denominatore comune: la capacità di valorizzare i varietali autoctoni. Nel 2018, poi, grazie alla condivisione di valori e al medesimo amore per il territorio, Tenute Orestiadi inizia una collaborazione con una bella realtà sull’Etna, La Gelsomina.

Scheda Tecnica
Le caratteristiche
  • TipologiaBianco Fermo Secco DOC
  • Provenienza Sicilia
  • Uve VITIGNO : 90% Catarratto - 10% Chardonnay
  • Sensazioni Un vino dal colore giallo lucente con riflessi verdognoli, quasi clorofilliani. Al naso la mediterraneità di questo vino incontra l'internazionalità attraverso frutta a polpa bianca come susina, mela e ananas ed accenni di pietra focaia, destinati ad aumentare con l'evoluzione in bottiglia. In bocca rotondità e complessità ben si integrano con la mineralità. Incontro che dà al vino una vena avvolgente senza mai perdere la freschezza.
  • Vinificazione Dopo una criomacerazione a 4 gradi per 4 ore, si procede con la pressatura soffice a cui segue una fermentazione nata da lieviti spontanei, che dura 20 giorni a temperatura controllata. Solo a questo punto Catarratto e Chardonnay si incontrano, divenendo il blend del Bianco di Ludovico. Seguono 6 mesi di affinamento sui lieviti con 2 batonnage a settimana. Per i successivi 6 mesi, metà del prodotto affina in tonneaux di rovere francese, metà in acciaio. Riuniti i due, trascorrono altri 6 mesi in acciaio sur lies ed almeno 4 mesi in bottiglia.
  • Gradazione Alcolica 13 vol
  • Allergeni Contiene solfiti
Consigli di Degustazione
  • Suggerimenti Conservare in luogo fresco, lontano dalla luce, bottiglia coricata. Refrigerare al massimo 24h prima dell'apertura. Aprire almeno 15 minuti prima del servizio
  • Temperatura di servizio 14 gradi
  • BicchiereRenano
  • Quando berlo entro 3 anni
  • Abbinamento Menu di pesce
La Vigna
  • Terreno Terra nera fino a 500 mt sul livello del mare
  • Esposizione e altitudine Nord Est
  • Metodo di allevamento spalliera con potatura guyot
  • Densità d'impianto 4000
Note sulla produzione
  • Italia

  • da Tenute Orestiadi Soc. Coop. Agr. Santa Ninfa

Scommettiamo che ti piaceranno anche

Se vuoi acquistare "Il Bianco di Ludovico" Sicilia DOC Riserva 2018 di Tenute Orestiadi, su Svinando trovi il miglior rapporto qualità prezzo per i tuoi acquisti online di vino Bianco Fermo Secco DOC con pagamenti sicuri. Svinando ha oltre 50.000 clienti soddisfatti. Oltre a "Il Bianco di Ludovico" Sicilia DOC Riserva 2018 di Tenute Orestiadi potrebbero interessarti anche altri nostri vini in pronta consegna

SPEDIZIONE RAPIDA
Reso Gratuito
Soddisfatti o Rimborsati
Monitoraggio della spedizione
Assistenza Dedicata