chiama-lo-01119467821-per-ordini-telefonici
Su Svinando puoi pagare anche in contrassegno e bonifico. Senza costi aggiuntivi.

spedizione-gratuita-con-6-bottiglie

Abbiamo rilevato che stai navigando con una versione obsoleta di Internet Explorer. Potresti avere dei problemi nell'uso del nostro sito. Usa Google Chrome

Per ordini telefonici e info ›› 011 19467821

Spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Siamo chiusi per ferie dal 10 al 27 Agosto » Gli ordini effettuati in questo periodo verranno spediti entro mercoledì 30 Agosto p.v.

Accedi al tuo account

 

 Sei già registrato? Accedi qui Con Svinando bevi solo vini di qualità e hai spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Entra anche tu nel Wine Club. Accedi alle offerte riservate!

Offerte esclusive con sconti fino al 50% e ogni giorno un nuovo vino

  • f   | Connect
 

Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” - Tenuta Anfosso

Tenuta Anfosso, 2011
Liguria , Soldano (IM)

Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini”  di Tenuta Anfosso

Rossese Poggio Pini, impossibile confondersi

Cosa Un tipico rosso ligure
Perchè Per la sua armonica complessità
Perfetto con Pansoti alla salsa di noci
91
Voto Svinando

Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” - Tenuta Anfosso

Tenuta Anfosso, 2011

Si versa nel bicchiere e si rimane impressionati dalla particolarità dei profumi: resina di pino, rosmarino, note salmastre, affiancate da frutti neri appena accennati. In bocca è di grande bevibilità, senza perdere carattere

Stappare, lasciare respirare un quarto d'ora, tempo nel quale prepararsi a fare un viaggio in un zona straordinaria, l'entroterra dell'estremo Ponente Ligure, dove i terrazzamenti su cui si adagiano le vigne regalano paesaggi mozzafiato. Per chi non conosce il Rossese di Dolceacqua, e per chi già lo apprezza, il Poggio Pini 2011 sarà un Rossese da non dimenticare. Marisa Perrotti e suo marito Alessandro Anfosso nel 2002 sono subentrati nella conduzione dei vigneti al padre di Alessandro, Luciano, ed è così cominciata la loro avventura nel mondo del vino. Un’azienda giovane, ma di antiche tradizioni. Nel 1888 Giacomo Anfosso, bisnonno di Alessandro, reimpiantò il vigneto Poggio Pini a Soldano: piante in parte ancora esistenti, dove nasce il Rossese di Dolceacqua Superiore fiore all’occhiello della Tenuta. Oggi l’azienda si estende per circa 42.000 mq, di cui 13.000 di vigneti a Soldano in Poggio Pini e 29.000 di vigneti nel Comune di San Biagio della Cima in Località Luvaira: vigne dislocate in collina tra il mare e la montagna, con forti pendenze, in fasce tenute su da muretti a secco dove l’opera dell’uomo è costante e la meccanizzazione è nulla. Passione, fatica, amore per il territorio: questi i valori di Tenuta Anfosso, che ritroviamo in ogni sorso dello splendido Poggio Pini.


consigliato da Gianpiero Gerbi

Per Gianpiero i vini in fondo sono come le persone. Vanno capiti, ascoltati, scoperti … e bisogna saperli aspettare. Perché l’attesa viene sempre ripagata: con i profumi più eleganti, i gusti più intensi, e i pregi più nascosti che, poco a poco, vengono a galla. Il vino è un bene prezioso, il lavoro del vignaiolo un’arte. Riserve, Selezioni e grandi vini da invecchiamento sono il suo pane quotidiano.

 Mi piacciono i vini che non si concedono al primo appuntamento: chicche da scoprire e apprezzare sorso dopo sorso 

Scheda Tecnica di  

Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” - Tenuta Anfosso

Tenuta Anfosso produce questo Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” a Soldano (IM), Liguria. Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” è un vino rosso secco fermo doc, a base di uve rossese e ha un volume di 14% . Abbina questo Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” con pansoti alla salsa di noci per apprezzarlo pienamente. Perché comprare Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” di Tenuta Anfosso su Svinando? Per la sua armonica complessità. Parola di Gianpiero Gerbi.

Il Vino

TipologiaRosso secco fermo DOC
ProvenienzaLiguria
UveRossese 100%
SensazioniColore rosso rubino intenso; al naso presenta sentori di resina di pino, rosmarino, note salmastre, affiancate da frutti neri appena accennati. In bocca è di grande bevibilità, senza perdere carattere
VinificazioneLa vinificazione dei rossi avviene in vasche inox a temperatura controllata (max 28°) e lasciate fermentare dai 5 ai 6 giorni sulle bucce, quindi svinate si fa svolgere la malolattica e si fanno ulteriori travasi per mantenere la più perfetta pulizia del vino nelle vasche sino all’imbottigliamento nel mese di marzo. Le uve vengono separate per territorio di provenienza e di età delle piante, vinificate separatamente, dai due CRU ottenuti, il Luvaria e il Poggio Pini, si preleva una quantità di vino da ciascuno per effettuare il vinaggio del classico, il restante ottenuto dalle sole piante più vecchie viene classificato Vigneto Luvaria e dopo un anno di invecchiamento Superiore Poggio Pini. Non vengono effettuati passaggi in legno
Gradazione alcolica14% vol.


La vigna

TerrenoScisto-marnoso misto calcareo-argilloso (in ligure “sgrutto”)
Esposizione e altitudineEst-sud, 250 m s.l.m.
Metodo di allevamentoAlberello
Densità d'impianto5/6.000 ceppi per ettaro


Consigli di degustazione

Temperatura di servizio16°
Quando berloBen conservabile per 3 anni
AbbinamentoPrimi piatti strutturati, carni rosse, selvaggina


Condividi la tua opinione con altri clienti | Recensisci per primo questo prodotto

Se vuoi acquistare Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” di Tenuta Anfosso, su Svinando trovi il miglior rapporto qualità prezzo per i tuoi acquisti online di vino Rosso secco fermo DOC con pagamenti sicuri e spedizioni assicurate e gratuite con sole 6 bottiglie. Svinando è il wine club italiano con oltre 15.000 clienti soddisfatti, certificato e garantito da Trusted Shops, Netcomm e Aicel. Oltre a Rossese di Dolceacqua Superiore DOC “Poggio Pini” di Tenuta Anfosso potrebbero interessarti anche altri nostri vini in pronta consegna



* Lo sconto è calcolato rispetto al prezzo al pubblico così come indicato dal Produttore ovvero come risultante da rilevazioni di mercato.