chiama-lo-01119467821-per-ordini-telefonici
Su Svinando puoi pagare anche in contrassegno e bonifico. Senza costi aggiuntivi.

spedizione-gratuita-con-6-bottiglie

Abbiamo rilevato che stai navigando con una versione obsoleta di Internet Explorer. Potresti avere dei problemi nell'uso del nostro sito. Usa Google Chrome

Per ordini telefonici e info ›› 011 19467821

Spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Siamo chiusi per ferie dal 10 al 27 Agosto » Gli ordini effettuati in questo periodo verranno spediti entro mercoledì 30 Agosto p.v.

 Sei già registrato? Accedi qui Con Svinando bevi solo vini di qualità e hai spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Entra anche tu nel Wine Club. Accedi alle offerte riservate!

Offerte esclusive con sconti fino al 50% e ogni giorno un nuovo vino

  • f   | Connect
 

Accedi al tuo account

 

Vino Primitivo di Manduria DOC

Vitigno primitivo di manduria

Il primitivo, coltivato con la caratteristica forma ad alberello, è un vitigno a bacca rossa tipico della Puglia. Il vitigno primitivo raggiunge le vette di maggior qualità nelle zone di Manduria (Taranto) e Gioia del Colle (Bari). Il nome deriva probabilmente dalla maturazione precoce. Alcuni studi sul DNA hanno evidenziato importanti somiglianze con lo zinfandel coltivato in California e Australia, anche se non si è ancora giunti a una conclusione certa in questo senso. Il Primitivo di Manduria ha ottenuto la DOC nel 1974.

Caratteristiche organolettiche del vino Primitivo di Manduria DOC

Il Primitivo di Manduria DOC si presenta di colore rosso rubino intenso, quasi impenetrabile; al naso sprigiona profumi di frutti scuri e spezie; all’assaggio è caldo, morbido, strutturato e di buona persistenza.

Zone di produzione del vino Primitivo di Manduria DOC

È consentita la produzione del vino Primitivo di Manduria DOC nel territorio dei seguenti comuni: in provincia di Taranto, i territori dei comuni di Manduria, Carosino, Monteparano, Leporano, Pulsano, Faggiano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico,San Marzano di San Giuseppe, Fragagnano, Lizzano, Sava, Torricella, Maruggio, Avetrana, e quello della frazione di Talsano e delle isole amministrative del comune di Taranto, nei territori dei comuni di Fragagnano e Lizzano. In provincia di Brindisi i territori dei comuni di Erchie, Oria e Torre S.Susanna.

Vitigni consentiti

È consentito l’uso del vitigno primitivo minimo al 85%, più altre uve a bacca nera non aromatiche adatte alla coltivazione nella zona in misura non superiore al 15%.

Norme di produzione

- La produzione massima di uva deve essere di 90q / ha
- Per i nuovi impianti e i reimpianti la densità non può essere inferiore a 3.500 ceppi per ettaro
- Il titolo alcolometrico volumico naturale minimo deve essere di 14% vol.
- Tutte le operazioni di vinificazione, invecchiamento e imbottigliamento, devono essere eseguite nella zona DOC

 

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

 

Immagine offerta bottiglia di Primitivo 17 Polvanera - Svinando
Bottone Scopri
Polvanera 17 Primitivo DOC 
2009, Az. Agr. Cantine Polvanera, Puglia

Il Primitivo 17 ci ha stupiti: ci aspettavamo la beva impegnativa dei rossi di zona, abbiamo invece trovato un concentrato di confettura e fico fuso a toni più vegetali. Un complesso di emozioni fini, potenti ma non invasive. Bocca di peso, con un allungo finale che lascia la bocca carica di sapori.
Continua a leggere

Immagine offerta bottiglia di Castel del Monte Rivera - Svinando
Bottone Scopri
Castel del Monte DOC Riserva Il Falcone
2007, Az. Vinicola Rivera, Puglia

Dalle vigne di Nero di Troia e Montepulciano nasce una Riserva, il Falcone, che negli anni è diventata una delle bandiere dell’enologia pugliese, facendo conoscere questa regione con un vino fine ed elegante, capace di invecchiare. Il 2007 esprime note balsamiche e fumé, e avvolge il palato con tannini fini e persistenti.
Continua a leggere