chiama-lo-01119467821-per-ordini-telefonici
Su Svinando puoi pagare anche in contrassegno e bonifico. Senza costi aggiuntivi.

spedizione-gratuita-con-6-bottiglie

Abbiamo rilevato che stai navigando con una versione obsoleta di Internet Explorer. Potresti avere dei problemi nell'uso del nostro sito. Usa Google Chrome

Per ordini telefonici e info ›› 011 19467821

Spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Incredibile bouquet aromatico premiato ai Decanter World Wine Awards 2017 » Scopri il Perricone di Tenute Orestiadi (-30%)

 Sei già registrato? Accedi qui Con Svinando bevi solo vini di qualità e hai spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Entra anche tu nel Wine Club. Accedi alle offerte riservate!

Offerte esclusive con sconti fino al 50% e ogni giorno un nuovo vino

  • f   | Connect
 

Accedi al tuo account

 

Vini Siciliani

foto paesaggio campagna siciliana

La Sicilia è una regione con tradizioni vitivinicole antichissime, a cui hanno contribuito Fenici e Romani, Greci e Arabi. La regione conta 23 DOC, una DOCG e 7 IGT, e con 107.000 ettari vitati e una produzione di più di sette milioni di ettolitri all’anno è una delle quattro maggiori realtà produttive d’Italia, con Veneto, Emilia-Romagna e Puglia.

Principali vitigni per la produzione dei vini siciliani

La Sicilia vanta numerosi vitigni autoctoni quali frappato, nero d’Avola, inzolia, catarratto (dopo trebbiano e sangiovese, il vitigno italiano più diffuso), nerello mascalese e nerello cappuccio, malvasia delle Lipari e moscato d’Alessandria (zibibbo).

Principali zone di produzione dei vini siciliani

L’area di Siracusa è rinomata per i suoi moscati, Moscato di Siracusa e Moscato di Noto, a base moscato bianco. A base nero d’Avola e frappato è il Cerasuolo di Vittoria DOCG, prodotto in provincia di Ragusa. Nonostante il nome non si tratta di un rosato, ma di un rosso. Delicati vini bianchi prodotti con i vitigni grillo, grecanico, catarratto e inzolia sono i protagonisti della DOC Alcamo. Nella zona di Messina è da citare la DOC Faro. L’arcipelago delle Eolie, in particolare le isole di Salina e Stromboli, è famoso per la DOC Malvasia delle Lipari. Nella zona dell’Etna, per la natura particolarmente isolata di quei luoghi, molti vitigni sono riusciti a salvarsi dall’epidemia di fillossera del XIX secolo. Nella provincia di Caltanissetta si trova una delle DOC più recenti della Sicilia, la Riesi. Il Riesi DOC è vinificato sia in bianco, con i vitigni chardonnay e inzolia, sia in rosso, a base nero d’Avola, cabernet sauvignon e nerello mascalese. Marsala è una DOC storica che prende il nome dall’omonimo comune in provincia di Trapani. Alla base del famoso vino liquoroso sono i vitigni grillo, inzolia, pignatello e catarratto bianco lucido. Sempre in provinica di Trapani si trova l’isola di Pantelleria, dove si produce il Passito di Pantelleria. Il vitigno alla base di questo straordinario passito è lo zibibbo, di origine araba: la parola deriva dall’arabo zabib, che significa “uva passa”.

 

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

 

Immagine offerta bottiglia di Etna Bianco Monte Gorna - Svinando
Bottone Scopri
Etna Bianco DOC
2010, Az. Agr. Tenuta Monte Gorna, Sicilia

Tenuta Monte Gorna si trova sull'Etna, a 760 metri di quota, in contrada Carpene, una delle 133 contrade etnee dove si producono i vini DOC, lungo La Strada dei vini dell'Etna. Un luogo di selvaggia bellezza, immerso nel parco regionale. L'azienda prende il nome da uno dei crateri spenti che circondano l'Etna e che tracciano il profilo del versante sud-est del vulcano.
Continua a leggere

Immagine offerta bottiglia di Lamoremio Benanti - Svinando
Bottone Scopri
Lamorèmio
2004, Vinicola Benanti, Sicilia

Che vino questo Lamorèmio. In bocca si percepisce tutta la sua importanza, la ricchezza a centro bocca si diluisce in un finale dal tannino fine, setoso. I vitigni autoctoni, nerello mascalese e nero d’Avola, sono interpretati al meglio, dando vita ad un rosso elegante ed austero, ma dall’animo mediterraneo. Un grande rosso del sud da gustare con il palato e con la mente.
Continua a leggere