chiama-lo-01119467821-per-ordini-telefonici
Su Svinando puoi pagare anche in contrassegno e bonifico. Senza costi aggiuntivi.

spedizione-gratuita-con-6-bottiglie

Abbiamo rilevato che stai navigando con una versione obsoleta di Internet Explorer. Potresti avere dei problemi nell'uso del nostro sito. Usa Google Chrome

Per ordini telefonici e info ›› 011 19467821

Spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Siamo chiusi per ferie dal 10 al 27 Agosto » Gli ordini effettuati in questo periodo verranno spediti entro mercoledì 30 Agosto p.v.

 Sei già registrato? Accedi qui Con Svinando bevi solo vini di qualità e hai spedizioni gratuite con 6 bottiglie

Entra anche tu nel Wine Club. Accedi alle offerte riservate!

Offerte esclusive con sconti fino al 50% e ogni giorno un nuovo vino

  • f   | Connect
 

Accedi al tuo account

 

Vini Marchigiani

Foto paesaggio campagna vigne marchigiane

I vini marchigiani hanno tradizioni che risalgono ai tempi dell’Impero Romano. Oggi il vigneto marchigiano conta 24.000 ettari vitati che si estendono su un territorio a prevalenza collinare (la regione è collinare al 70% e montuosa per il restante 30%).

Principali vitigni dei vini marchigiani

Le condizioni geografiche e climatiche favoriscono i vitigni a bacca bianca, uno su tutti il verdicchio da cui si ottiene il vino che è diventato simbolo dell’enologia marchigiana. Prodotto nelle zone di Jesi e Matelica, è riconoscibile dalla tipica bottiglia a forma di anfora ispirata allo stile etrusco e resa famosa dall’azienda Fazi Battaglia. Altri vitigni a bacca bianca rilevanti sono il trebbiano e gli autoctoni passerina, pecorino e maceratino, mentre a bacca rossa sono da ricordare montepulciano e sangiovese insieme agli autoctoni lacrima e vernaccia di Serrapetrona. In tempi recenti, i metodi più moderni come la controspalliera hanno rimpiazzato quelli tradizionali come alberate maritate e alberello basso.

Principali zone di produzione dei vini marchigiani

Come molte altre regioni italiane, le Marche si sono orientate negli ultimi anni verso una produzione di maggiore qualità, e oggi nella regione troviamo 5 DOCG e 15 DOC. Al centro della regione, tra le province di Ancona e Macerata, si trovano le zone di maggior rilievo, Jesi e Matelica (terra di Verdicchio), Conero, Serrapetrona e Morro d’Alba. Procedendo da nord a sud vediamo quali sono le zone più significative:
- Colli Pesaresi DOC: al confine con la Romagna, tra Pesaro, Urbino e Fano, si trova questa DOC dove dominano il trebbiano e il sangiovese da cui si ottengono rossi beverini da consumare giovani
- Conero DOCG: dove l’Appennino marchigiano incontra il mar Adriatico, in provincia di Ancona, si produce un interessante rosso strutturato e longevo, a base montepulciano in uvaggio con sangiovese massimo al 15%
- Lacrima di Morro d’Alba DOC: nella provincia di Ancona presso il comune di Morro d’Alba e alcuni comuni limitrofi, con il raro vitigno autoctono lacrima, si ottiene un vino rosso di grande qualità già apprezzato da Federico Barbarossa nel XII secolo
- Castelli di Jesi e Matelica: questa è la zona del verdicchio, il vitigno a bacca bianca che ha reso celebri le Marche del vino. Il verdicchio è alla base delle DOCG Castelli di Jesi Verdicchio Riserva e Verdicchio di Matelica Riserva DOCG, oltre che delle DOC Verdicchio dei Castelli di Jesi e Verdicchio di Matelica
- Vernaccia di Serrapetrona DOCG spumante: la vernaccia di Serrapetrona è un vitigno autoctono da cui si ottiene un caratteristico spumante rosso vinificato in versione sia secca che dolce. Si tratta di un vino molto raro, ottenuto da un vitigno che, nonostante il nome, non ha nulla a che fare con altri tipi di vernaccia
- Piceno: in provincia di Ascoli sono protagonisti gli autoctoni pecorino e passerina per i bianchi, che troviamo nella DOCG Offida e nella DOC Falerio, e montepulciano e sangiovese (Offida DOCG e Rosso Piceno DOC) per quanto riguarda i vitigni a bacca nera

 

Le Selezioni di Svinando Wine Club

Ecco alcune delle offerte che abbiamo riservato ai membri del nostro esclusivo Wine Club.
Registrati per essere sempre aggiornato sulle nostre imperdibili offerte. E ricorda... Bere Bene Conviene!

 

Immagine offerta bottiglia di Polisia Vigneti Vallorani - Svinando
Rosso Piceno DOP Polisia
2010, Vigneti Vallorani, Marche

La rinascita della viticoltura passa attraverso l'impegno e passione di giovani come Rocco Vallorani. Gli studi in enologia, le esperienze in Toscana, Oregon e Nuova Zelanda ne hanno fatto crescere la passione per il vino e la vite, passione che l'ha portato a ritornare nella sua Colli del Tronto. Un territorio ancora poco conosciuto, ma che offre profumi stupendi.
Continua a leggere

Immagine offerta bottiglia di Polisia Vigneti Vallorani - Svinando
Falerio DOP Avora
2010, Vigneti Vallorani, Marche

Il nome di questo vino deriva da un ricorrente errore di trascrizione di un'espressione dialettale. I terreni esposti a est, soggetti alla Bora, sono detti ‘da Bora’. Nel dialetto marchigiano la v sostituisce la b, quindi 'da bora' diventa 'da vora'. Sono frequenti i casi in cui alcuni agricoltori hanno descritto i propri appezzamenti esposti a est come ‘Avora’.
Continua a leggere